il Palio del Velluto


Vai ai contenuti

Menu principale:


Cena e esplorazione al museo

Il Palio > Palio 2013

Cena in Taverna e nel bellissimo chiostro di San Francesco:42 bambini hanno vissuto un'esperienza indimenticabile!



Notte al Museo

Nel chiostro di San Francesco,
se a raccontarlo ci riesco,
c’è qualcosa di “speciale”
che non ha nulla di normale …

Luci spente, torce accese!
Tutti pronti a illuminare
ed i “Fantasmi” ad interrogare …
“Siam tornati dal passato
perché ci avete qui evocato”…

C’è “Madama”, il De Marchi,
il Cavalier “Scenamuta”
che non dice una battuta
e la dolcissima Eusebia
seduta sì, ma non su sedia! ...

Verdina poi, “fantasma guida”
a tutti i presenti si confida:
“Sapete la mia storia dura?
Fui rinchiusa tra le mura

senza cibo a morir di stenti
per non infettar amici e parenti
il mio male allor non aveva cura
e viva fui costretta a sepoltura!”

Poi Verdina inizia il gioco,
tutti taccion … pressappoco …
“Conoscete voi bambini
- anche quelli piccolini –

del Palio orsù gli avvenimenti?
Attenzione! E sarete più sapienti!”
Il primo fantasma a narrare
è proprio la “Duchessa”
ch’ebbe il feudo di Leonessa

Triste storia un po’ la sua …
Fu costretta al matrimonio …
Per due volte, un “manicomio!”
Il De’ Medici non si lavava,
tanto puzzava che t’impestava! ...

… Più fetido di fradicia cucuzza
morì stecchito dalla sua puzza!!!
Ottavio Farnese, 15 anni
del marito prese i panni,

ma “Madama” non lo voleva,
andava in giro come poteva,
seguita sol dalla sua corte
con un uomo bello e forte:

Francesco De Marchi era nomato
E faceva pur’il soldato!
Era il suo capitano
Consigliere saggio e umano

Poi Eusebia, amica cara,
dama di compagnia molto rara.
Dolce, fedele damigella,
molto simpatica, anche bella!

Chiude il giro “del Popolo il Capitano”
che non sembra neanche sano …
la sua lingua han tagliato
perché aveva “spifferato”

al nemico dei segreti
su cui c’erano dei veti!
Chiuso si in quell’armatura
Un po’ a tutti fa paura! …

Risponde con un cenno della testa
Ad ogni domanda precisa e lesta!
Che serata! … Che avvenimento!
Tutti al buio nel convento! …

Poi Verdina torna a narrare,
noi fantasmi a interrogare
per veder se bimbi e parenti
alla storia son stati attenti …

Alla fin ci salutiamo
e le foto ci facciamo
ma il “Fantasma” già si sa
sulla foto non verrà! …

BAGALU’!!!!

Maria Ciaschi




Torna ai contenuti | Torna al menu