il Palio del Velluto


Vai ai contenuti

Menu principale:


il Corteo Storico Allegorico

la Storia

IL CORTEO ALLEGORICO
nel XVI secolo


Era organizzato per il carnevale ,per il matrimonio di un personaggio di chiara fama o per festeggiare un evento, esaltava il Papa o il Signore , la sua famiglia e la sua politica , ostentava la ricchezza, l’opulenza della città e la munificenza di chi la governava.Si realizzavano Allegorie, Scenografie e Carri trionfali, vere e proprie “Macchine Spettacolari“ con riferimenti storici, biblici e mitologici, progettati da grandi artisti come Leonardo da Vinci .
Papa Paolo III,nonno di Ottavio Farnese, durante il suo pontificato per tre volte (nel 1536, nel 1539 e nel 1545) organizzo festeggiamenti grandiosi in occasione del Carnevale presentando alla popolazione di Roma apparati e carri trionfali decorati con pitture e sculture dai migliori artisti del tempo
i carri trionfali venivano fatti sfilare a piazza Navona e a Testaccio e dal 1539 a Piazza San Pietro dove si teneva la tradizionale festa con il palio delle carrozze e la giostra dei tori.
Le sfilate , organizzate come veri e propri Trionfi Antichi , presentavano in ordine di parata: il Capitano del Popolo, i Notabili, I Capo-Rioni , le rappresentanze dei rioni della città, i rappresentanti delle arti e dei mestieri.






Narrano le cronache dell'epoca:
Margherita arrivò a Firenze per sposarsi con Alessandro de Medici il 31 maggio 1536. Le andò incontro "tutta la nobiltà di Firenze a cavallo e tutta bene addobbata" , la Duchessa avanzò" la sera a mezz'ora di notte ,con assai doppieri accesi, sotto un ricchissimo baldacchino, il quale portarono quaranta giovani dei primi della città , tutti vestiti di raso cremisi".(1)

Durante i festeggiamenti per il carnevale del 1539 a Roma:
A Margherita era dedicato il carro del rione Ripa, dove compariva un suo ritratto,statue di imperatori della casa d'Austria(chiaro omaggio a suo padre Carlo V) e una grande luna (che rappresentava l'imperatore).Il carro del Rione Regola (carro del papa) era dedicato a Ottavio Farnese vi erano rappresentati Orazio Coclite, Muzio Scevola, Clelia, e personaggi di casa Farnese,il tutto sormontato da un gran sole(che rappresentava il Papa).
La simbologia era chiara:il papa,come il sole, illuminava l'imperatore(la Luna) che in qualche modo gli era sottoposto. Paolo III, al secolo Alessandre Farnese,festeggiava il matrimonio del nipote e intanto ribadiva l'importanza del suo ruolo nella politica europea!(2)

(1)Romano Canosa- Vita di Margherita d'Austria
2)Lorenzo Canova-Bollettino Telematico dell'Arte, febbraio 1999


IL CORTEO Storico-ALLEGORICO
del Palio del Velluto
di Leonessa(Ri)


Oltre a rievocare la visita di Margherita d’Austria nei suoi possedimenti d’Abruzzo ed il Palio del Velluto , vuole rinnovare e far rivivere lo spirito e l’atmosfera dei cortei dell’epoca,momenti, situazioni e personaggi allegorici,costruzioni sceniche,come i 6 archi, personalizzati per ogni Sesto e costruiti nell'anno 2003,in legno,decorati con motivi dell'epoca , ideati per incorniciare e enfatizzare la Madonna(personaggio principale del Sesto)

Gli Archi sono stati ideati e realizzati da Silvana Pasquali
testo e foto Anna Maria e Silvana Pasquali
tuuti i diritti riservati


Torna ai contenuti | Torna al menu