Palio del Velluto
Vai ai contenuti

La Fondazione di Leonessa

2019-2021 > Palio 2021
  
Corre  l’anno 1278
Questa e’ la  grande  piana, ove un tempo accampavano le guarnigioni d’assedio, ed ove oggi confluiscono le genti dalle ville  circostanti per i mercati .
Nel castello di Ripa di Corno,dimorano da quattro anni con grandi difficoltà e ristrettezze,i ribelli di Narnate , sfuggiti alla distruzione del loro maniero,che ambiscono , come i reggenti angioni ,ad una maggiore prosperita’.
    

Ed eccoli gli Angioini con Re Carlo ! annunciati dal suono dei tamburi!
e con loro ,homini e donzelle , fanciulli , villani  e bestie !
Tutti gli  abitanti dei villaggi piu’ estremi sono giunti qui per  festeggiare  insieme una ritrovata pace e sicurezza.   

  
In die 16 Luglio 1278
Per ordine di Carlo I duca Angiò ,Re di Napoli , di Sicilia,di Albania  e di Gerusalemme  si costruisca una nuova città .
Il suo nome sarà Conexa
perché si fondera’ su l’unione di piu’ villaggi e sulla presenza di varie   genti.
 
Sarà punto di confluenza delle vie che giungono dall’Aquila e da Spoleto,baluardo ai confini del regno di Sicilia contro la prepotente ingerenza di Papa Nicolo III Orsini.

  
La nuova città sarà costruita intorno a questa piana e la  sua prima pietra sarà posta alla distanza di un lancio di sasso  dal Castello di  Ripa di Corno.

Si sviluppera’,come nell’antica Roma, su due assi principali :il Cardo in posizione nord-sud e il Decumano in posizione est-ovest.

Sia posto questo momento a futura memoria delle genti!

Torna ai contenuti